sabato 22 aprile 2017

Il Golem Blog: Il Sindaco Cisint di Monfalcone; tra leggenda urba...

Il Golem Blog: Il Sindaco Cisint di Monfalcone; tra leggenda urba...: Il Sindaco di Monfalcone, Annamaria Cisint è oggetto di dicerie a livello di 'leggenda urbana', alcune delle quali vi narro a segui...





Il Sindaco Cisint di Monfalcone; tra leggenda urbana ed aspettative al di sopra della realtà.

Il Sindaco di Monfalcone, Annamaria Cisint è oggetto di dicerie a livello di 'leggenda urbana', alcune delle quali vi narro a seguito. Ha saputo creare aspettative notevoli per la sua carica istituzionale, ma tanto alte sono le aspettative dell'elettorato tanto è facile un tonfo enorme e clamoroso.




Ha saputo creare una rete fittissima per il contatto con il pubblico tra uffici e delegati per gli incontri e chi per conto dell'Amministrazione promuove le iniziative di particolare interesse, cioè continuare a tessere la trama per le regionali, in rete, cioè, in Facebook.

Il punto oscuro è che se anche si ha un'incontro con un'Assessore o delegato di questi poco si può fare a risolvere le singole situazioni. Questo però si guardano bene dal dirlo. Mia opinione, tutto fumo e 'zero' arrosto.

Riguardo le 'leggende urbane' ve ne racconto solamente quelle che ritengo più significative e delle quali sono stato uno dei due protagonisti.

Parlando con un'anziano in corriera l'altra mattina: ' .... ma hai visto ci sono meno "banga" in piazza da quando c'è la Cisint.' Le  ragioni di questo fatto, se fosse vero, non le ritengo proprio dovute al nuovo Sindaco.

Un'altra persona  ' ...... il Sindaco decide chi va a lavorare alla Fincantieri'. Altra affermazione alla quale non ho saputo cosa rispondere e mi ha lasciato a dir poco alibito.




Anna Maria Cinint Sindaco di Monfalcone ha i poteri di Superman, anzi Supergirl.  Leggende urbane sulle strade di Monfy ......

( Curiosità: immagine di sfondo usata in altre circostanze: una telenovelas.)

Ma tornando alla realtà .....







Del patrimonio pubblico che il Comune decide quale parte mettere i vendita, ci sono un bel pò di appartamenti che l'Amminnistrazione non ha nessuna intenzione di assegnare. Il motivo per cui posso affermare questo è che le richieste d'incontro per la verifica di fattibilità dei progetti che ho presentato riguardo il 'problema Casa'  non hanno avuto ancora seguito; presentati ad inizio mandato, poco dopo le elezioni.




Quindi l''Emergenza Casa' a Monfalcone non c'è più e l'Alta Tensione Abitativa si riduce al 'controllo degli abusivi'. 














 Il mio non è un punto di vista di parte come facilmente si può credere. Sono solamente smaliziato riguardo gli Eroi 'salvapopolo' ed in particolar modo in periodo di pre-elezioni regionali del 2018. Conoscendo in modo abbastanza approfondito le funzioni delle Amministrazioni locali è facile comprendere cosa si possa realizzare o meno.

Sino ad ora i problemi reali che ho posto all'attenzione della Giunta di Monfalcone non hanno avuto risposta concreta. Gli appuntamenti che ho richiesto con diversi Consiglieri dopo quindici giorni nemmeno fissati. Forse pure questa Giunta mi ha bollato come 'intoccabile' e mi emargina dalla scena politica locale. Facile tutto questo.

Lo scopo ultimo è dare l'impressione di 'muoversi' sino al prossimo anno quando tutto si accentrerà per le elezioni regionali del 2018. Alla fine sino ad ora è quanto ho visto, tanto fumo e nemmeno da lontano l'arrosto. Mi auguro di sbagliare, ma solamente i fatti saranno a smentirmi.




Parcheggio a Panzano per gli operai Fincantieri. Parcheggi per i residenti, il 'tappabuchi' per le promesse elettorali per il parcheggio che nn si farà. Si cerca il consenso dei residenti cercando di risolvere così la perdita di consenso per la mancata realizzazione del parcheggio. Ma questa è un'altra storia ancora ..... .







Alla fine stringi stringi sono una persona pacifica, solamente non sopporto chi racconta bugie e si fà scherno della credulità popolare abusando della propria carica istituzionale.





Ho sempre la speranza di dovermi ricredere, ma ..... 

a buon intenditor poche parole.


Gilberto Mattei

mercoledì 5 aprile 2017

Televisione e disinformazione, un'altro esempio attuale.

Le notizie riportate e le informazioni che non sono date; la cultura della disinformazione imperante.



Prevalentemente sono colpite ville isoltate del Veneto, dove malviventi rapinano e picchiano i propietari. Questo è il fatto di cronaca alla quale faccio riferimento.




C'è chi incita le persone ad armarsi per difendersi nel malaugurato momento in cui succedano tali eventi. Ma .... .


Ma nessuno ha mai menzionato, intendo i politici arruffapopolo e tantomeno i conduttori delle trasmissioni che trattano questo argomento del particolare dell'eccesso di legittima difesa.

  I presupposti essenziali della legittima difesa sono costituiti da un lato dall'insorgenza del pericolo (generalmente determinato da un'aggressione ingiusta) e da una reazione difensiva: l'aggressione ingiusta deve concretarsi nel pericolo attuale di un'offesa che, se non neutralizzata tempestivamente, può sfociare nella lesione di un diritto proprio o altrui (personale o patrimoniale) tutelato dalla legge; la reazione legittima deve inerire alla necessità di difendersi, alla inevitabilità del pericolo e deve sussistere comunque una proporzione tra difesa ed offesa

Fonte: La legittima difesa. Art. 52 del codice penale
(www.StudioCataldi.it)  E il punto è un pò più complicato di quanto ho riportato sopra per gli approfondamenti vai al link

Ma facciamo un'esempio pratico:

presenze in casa non autorizzate e si ammazza un ladro che è disarmato. Eccesso di legittima fidesa, i problemi li ha chi si difende. La legge consente di immobilizzare l'intruso o ferirlo in caso cerchi di realizzare un' ggressione fisica in attesa del soppraggiungere delle forze dell'ordine.


In caso di intrusi armati, non si è leggittimati a sparare sino a quando questi non punta l'arma contro gli inquilini. Diciamo che sono le regole che seguono i pubblici funzionari durante il servizio.
 
Le sfumature della legittima difesa sono molte ed il pericolo, lo ritengo tale, di troppe persone armate non sia un deterrente sufficente. Semplicemente, se io sarei un ladro e temo che entro in un'abitazione dove ci siano armi uso un gas soporifero prima di entrare o narcocizzo le persone mentre dormono. Risolto il problema delle armi in casa, come l' antifurto dell'auto non ha fatto esaurire le appropriazione dei mezzi, ne ha solamente modificato le modalità.

Tra la disinformazione e l'enfatizzazione dei mass media sull'argomento rimane solamente una parte della popolazione che non solamente si arma ma che può sparare ad ogni sussulto del vento essendo che non ha un minimo d'addestramento nella valutazione degli eventi in corso.


Confrontando le mezze verità diffuse sia per questo argomento che per le occupazioni abusive, dov'è stato enfatizzato l'aspetto criminoso ma occultato accuratamente le fonti di diritto che ne sono l'origine rimane solamente da comprendere dove le mezze verità vogliano condurre il mio amato paese. 





martedì 4 aprile 2017

I deliri del Bel Paese per i quali mi devo scontare una pena che non sar...

                                                                     
Il Servizio di Rai 3 Regione Friuli V.G. riguardate il mio sgombero del 8\3\2017 a Monfalcone è incompleto nell'esposizione di alcuni punti che qui a seguito, con il secondo video, vado a definire.
Avvocati di Diritto Amministrativo inseriti nella lista del Gratuito Patrocinio che non se la sentono di patrocinare cause di ecezzione di Legge, o che cercano solamente le cause facili da seguire o di lavorare per le Istituzioni locali.

I deliri del Bel Paese per i quali mi devo scontare una pena che non sarebbe necessario. 
                                                                                                                      

I deliri del Bel Paese per i quali mi devo scontare una pena che non sar...

Rai 3 F.V.G.

lunedì 13 marzo 2017

La Costituzione italiana, il 'Diritto alla Casa' e la 'Disobbedienza Civile' come forma di lotta politica.







Il Golem: La Costituzione italiana, il 'Diritto alla Casa' e...: La Costituzione italiana, il 'Diritto alla Casa' e la 'Disobbedienza Civile' come forma di lotta politica. ...





La Costituzione italiana, il 'Diritto alla Casa' e la 'Disobbedienza Civile' come forma di lotta politica.

 

 

Difendiamo la Costituzione italiana, visto che da questa derivano tutti i diritti dei residenti

 ( volutamente evito le definizioni 'Cittadino' o 'Popolo' troppo inflazionate, hanno perduto significato ).


Che questi siano alla 'salute', ad una vita 'dignitosa' che ci sia lavoro o meno od ad avere un'abitazione poco importa, sempre di Costituzione si parla.   

Tesina di Diritto costituzionale? No, voglio raccontarvi un'altra storia.